Configurazione parametri stufa pellet palazzetti ecofire

Pagina precendete – Indice

Parametri per l’avvio della stufa (0 -12)

0 Durata totale ciclo di avvio

Durata totale della fase di avvio: (1)+(2)+prelavoro. Se entro questo termine non è stata rilevata una temperatura superiore a (12), la stufa va in blocco rilevando una fallita accensione.

 

1-2 Durata caricamento/accensione

Durata in minuti delle fasi di caricamento e accensione. Nella fase di caricamento viene solo fatta girare la coclea per far scendere del pellet, la candela resta spenta. Nella fase di accensione si accende anche la resistenza. La fase di caricamento serve per far si che quando la candela si accende, ci sia già del pellet vicino alla candela. Se dura troppo, si accumula troppo pellet, e potrebbe soffocarsi l’accensione. Se si hanno problemi con l’accensione, conviene allungare la fase di accensione (2) e giocare sulla durata (1), provando magari anche a mettere una manciata di pellet nella coclea a stufa spenta per vedere se avere del pellet già presente a inizio accensione facilita l’accensione (dipende molto anche dal tipo di pellet: castagno, abete, ecc).

3-4-5 Velocità all’avvio (della ventola, non della coclea)

Velocità della ventola estrazione fumi nella fase di caricamento/accensione/fine avvio. Espressa in valori da 1 a 8, dove 1 è più lento e 8 più veloce. E’ critica soprattutto in fase di accensione, dove deve esserci abbastanza aria da far espandere la brace e incendiare il pellet vicino alla candela, senza soffiarla via. Di solito va bene la velocità minima, anche con uscita in parete (e quindi tiraggio nullo).

6-7-8 Potenza in fasi di carico/accensione/fine avvio

La potenza (cioè il flusso di pellet) da usare nelle varie fasi. Sono definibili 4 potenze, modificando i parametri da 23 a 30. La potenza 1 è quella minima, che viene attivata quando il termostato raggiunge la temperatura impostata. In fase di accensione consiglio una bassa potenza, per non soffocare l’accensione con troppo pellet. In queste fasi il valore relativo alla velocità ventola estrazione fumi della potenza impostata, viene scavalcato dai valori 3-4-5. La fase 8 viene chiamata anche fase di prelavoro. La sua durata è la differenza tra (0) durata totale ciclo avvio e (1)+(2).  prelavoro=(0)-(1)-(2). Conviene impostare una potenza relativamente alta, perchè si suppone che in questo momento la stufa sia già accesa, e serve che si scaldi per rilevare l’accensione.

9 Tempo resistenza

La resistenza si accende nella fase di accensione, e rimane accesa per questa durata. Può anche rimanere accesa durate la fase di prelavoro, se così si decide. Con il pellet di castagno e ll’uscita in parete può convenire aumentare questo valore per aumentare probabilità di corretta accensione, al costo di un maggior consumo di corrente e usura della candela.

12 Soglia lavoro minimo

Espressa in gradi, è il valore al di sopra del quale la stufa si accorge di essere accesa, e fa partire la ventola di scambio calore. E’ diversa dalla soglia di rilevamento spegnimento accidentale, si può mettere il più basso possibile questo valore.

Continua a pagina 3 – regime

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.